Se mi seguite sul blog e su Instagram, sapete come sono fatta. Per chi non mi conosce posso raccontare in breve di essere una ragazza che non è capace a stare ferma, ha tantissimi hobby (forse troppi) che tengono sempre la mia mente impegnata e per questa ragione molto spesso vengo accolta da idee a dir poco stravaganti.

Leggi l’articolo per capire come, un giorno, ho avuto la bellissima idea di stravolgere l’ingresso di casa per creare un angolo verde.

L'angolo di casa appena finito

Alla fine passare da decorare le agende a decorare parti di casa è un attimo. Ovviamente c’è chi lo fa una volta nella vita e chi, vorrebbe cambiare le decorazioni ad ogni stagione. Credo, purtroppo per il mio portafoglio, di far parte della seconda categoria.

Partiamo dall’inizio

In casa, all’ingresso, ho questo angolo, che fino a poco tempo fa era ancora un po’ triste e desolato. L’unica cosa decorativa era il porta foto di Maison du Monde. Sentivo il bisogno di dargli una nuova vita, ma avevo bisogno di idee che non arrivavano. Poi quasi come un fulmine che aspettavo da una vita, eccola, la pubblicità di Ikea che spinge ad acquistare piante per la propria casa con una campagna molto carina e similecologica che arreda un tram di Milano.

Tram Ikea esterno
Tram Ikea intero

Non potevo non cogliere questo segnale e approfittare di due cose :

  • Fare altri acquisti da Ikea
  • Avere del verde in casa

Lo studio del progetto

Come per tutte le cose (nota sia positiva che negativa) devo organizzare tutto nel minimo dettaglio e così ho iniziato a ragionare sugli oggetti che avrebbero potuto star bene. Qui entra in gioco anche il mio fidanzato che ci mette del suo. Si sa, due teste meglio di una.

Cosi iniziamo a pensare entrambi a un angolo verde come un piccolo terrazzino cercando di riproporre all’interno qualcosa che in realtà sarebbe fuori dalle mura di casa. Il nostro arredamento è molto simil industrial quindi non potevamo escludere anche delle parti composte da legno, magari di un marrone scuro simile ai mobili, e qualcosa di nero per richiamare i tubi delle nostre mensole fai da te. Alla fine l’idea era:

  • avere una parte di siepe finta che partisse dal pavimento fino a metà muro circa,
  • dei mattoncini che coprissero il resto del muro,
  • dei vasi da appendere al soffitto
  • il porta foto (già esistente)
  • dei fiori finti
  • un tavolino con un vaso
  • una cassapanca con dei cuscini

Le decorazioni

Dopo giorni a pensare, cercare di fare fotomontaggi su Photoshop, passare tutto il catalogo di Ikea, cercare ispirazioni e altre decorazioni su Amazon, avevamo finalmente partorito la lista della spesa.

La lista di Ikea

  • Linea Fejka : Finta siepe a quadrato, alcune piantine varie;
  • Gladom : Tavolino;
  • Vanlingen : Vaso da 18 cm;
  • Linea Smycka : bouquet per vaso, alcuni fiori singoli;
  • Tonad : set di 3 Gufi;
  • Druvflader : Vasi da appendere;
  • Applaro : panca con contenitore.

La lista di Amazon

mattoncini 3d foto amazon
Esempio dei mattoncini 3d

La lista di Shein

  • Fodera per cuscino 45×45;
  • Fodera per cuscino 30×50.

La realizzazione

Secondo voi, presi dalla foga, potevamo fare le cose correttamente? No. Infatti siamo partiti attaccando la siepe. Ma ci siamo resi conto e abbiamo fermato la realizzazione finchè non abbiamo ricevuto i mattoncini.

La parte divertente è stata ovviamente montare la cassapanca e il tavolino di Ikea, ma se siete dei clienti della catena svedese, sapete già tutto.

Parte della realizzazione
Il primo work in progress appena tornati dall’Ikea

Poi sono arrivati i mattoncini, ma questa volta, prima di attaccarli sul muro come dei pazzi, abbiamo ragionato su come far combaciare i diversi pannelli per far sembrare il meno possibile finto. Abbiamo infatti dovuto ritagliare tutti i quadrati per far si che si incastrassero come dei veri mattoni e non ci fosse un taglio netto tra un pezzo e l’altro. La parte fastidiosa era incollarli al muro. Oltre all’ansia di fare le cose male, il problema era una specie di super colla che alla fine ti ritrovavi ovunque.

Piano si stava realizzando sempre di più l’angolo che avevamo nei pensieri. Ci mancava solo di finire di attaccare la siepe ed infine, con i fiori sciolti, abbiamo dato un po’ di colore, abbiamo appeso il portafoto al centro dei mattoncini e i vasi a lato, come se fossero una cornice.

Dopo alcuni giorni abbiamo completato l’angolo con dei cuscini che abbiamo riempito di ovatta perchè le fodere su Shein costavano molto meno delle imbottiture già pronte (si, qui si vede il mio braccino corto che ogni tanto ritorna).

Il tocco in più? Avevamo delle noci di cocco, che abbiamo pitturato di oro e messo sul tavolino come decorazione.

dettaglio tavolino
Dettaglio delle decorazioni del tavolino

Il risultato finale

Dopo ore di lavoro, finalmente avevamo il nostro angolo verde in casa. Ci ha dato tanta gioia non solo perchè alla fine è uscito meglio di quelle che speravamo e pensavamo, ma perchè tutti erano estasiati alla vista del nostro piccolo progetto.

Abbiamo anche pian piano aggiunto altre decorazioni (la vecchia macchina da cucire e un’altra pianta che avevamo in casa).

Ovviamente due testoline un po’ malate come le nostre hanno subito iniziato a pensare che magari, ci sono altri angoli di casa da trasformare. Per ora non abbiamo concluso nulla, ma mai dire mai, vi terrò aggiornati. =)

risultato finale
Ecco il risultato finale!

A presto, Miriam