BULLET JOURNAL: COS’È E COME FUNZIONA

Una piccola introduzione al bullet journal: l’Indice e il metodo Calendex per iniziare.

Chi mi conosce sa che, io mi stufo facilmente delle cose, ho bisogno di cambiare.

Ed è cosi che, da quando sono entrata nel mondo delle agende 5 anni fa, ho utilizzato raccoglitori a5, quaderni a5, agenda ad anelli a5, personal, pocket, Mr Wonderful per arrivare poi al bullet journal

Cos’è il bullet journal?

Il bullet Journal, nato da un’idea di Ryder Carroll, unisce l’organizzazione e la personalizzazione. Si tratta infatti di un quaderno con righe puntinate in cui costruire la propria impaginazione per l’agenda perfetta unendo altre liste utili per controllare denaro, salute, ecc.

Di base, si dovrebbe realizzare l’agenda settimanalmente o giorno per giorno. Ma in questo modo come faccio a segnare un appuntamento che avrò magari tra un mese? Semplice! Esistono metodi, ad esempio quello del calendex, per tenere sotto controllo eventi futuri anche se non siete ancora arrivati alla realizzazione di quella settimana o giorno.

Dove si acquista?

Potete acquistare un semplice quaderno, solitamente il formato che va per la maggiore è A5. I più conosciuti in realtà sono Moleskine e Leuchtturm1917. Io per il primo bullet ho puntato su un semplice quaderno di Tiger, che cavalcando l’onda aveva creato un loro bullet journal. Avevo anche visto su Amazon il Lemome puntinato ma ho rimandanto l’acquisto al prossimo bullet (sperando ce ne sia un prossimo) perchè entrata da Tiger non potevo lasciare quel bullet journal verde.

L’indice

Come accennato all’inizio del post, nel bullet journal non ci finiscono solo pagine di agenza, anzi, abbiamo anche liste, raccolte varie, disegni, appunti e altro ancora.
E non è bello dover cercare in tutte le pagine per trovare la raccolta di appunti proprio dell’argomento che ci serve urgentemente!
Nell’ index page del bullet andremo quindi a elencare ogni pagina all’interno del nostro bujo con il relativo numero.

Come creare l’indice

Se avete acquistato un bullet journal già preimpostato, trovate nelle prime pagine, degli spazi appositi per l’indice e noterete che, ogni pagina è già numerata.
Al contrario se avete un quaderno qualsiasi ( ad esempio quello che ho io di tiger) dovrete passare pagina per pagina per numerarle prima di iniziare. Ricordatevi di lasciare qualche pagina iniziale per l’indice! Non si sa mai quanto sarà lungo.

Ogni volta che andrete ad aggiungere una pagina nuova (ovviamente per la parte dell’agenda basta inserire il numero della pagine dove inizia un nuovo mese) oltre a decorarla dovrete ricordarvi di riportarla nell’indice con il relativo numero.

indice bullet journal

Il gioco è fatto! Quando vi porrete la domanda “Dov’è finita la raccolta con gli appunti sul libro di Ryder Carroll?” la risposta sarà “Guarda nell’indice!”

Il Calendex

Nelle righe sopra, vi ho scritto uno dei metodi per tenere sotto controllo gli eventi futuri, il calendex.  Avendo già il bullet, anche se lo voglio iniziare dal 2019, ho voluto creare alcune pagine, tra cui proprio questo.

Calendex

   Come funziona il calendex

Una volta realizzata la tabella annuale (o comunque con tutti i mesi all’interno del bullet), dovete creare una legenda per tutto quello che volete segnare, quindi appuntamenti, eventi,  compleanni ecc.

Ora, facciamo un esempio di utilizzo.

Oggi 18 Settembre, mi viene fissato un appuntamento dal dentista per il 22 ottobre. Segno tranquillamente l’appuntamento sul 18 settembre. Prendo il numero della pagina dove ho segnato l’appuntamento. Ora vado sulla pagina del calendex. All’altezza del 22 Ottobre, farò un quadrato dello stesso colore che ho scelto per gli appuntamenti (per me sarà rosa) e all’interno scrivo il numero di pagina dove ho segnato il dettaglio dell’appuntamento (in questo caso quella del 18 settembre).
Quando andrò a realizzare la settimana del 22 ottobre, andrò a vedere sul calendex se ho appuntamenti, eventi ecc. Troverò quindi un quadratino con un numero di pagina. Andrò a verificare e mi ricorderò dell’appuntamento dal dentista!

    Come realizzarlo

Armata di pazienza, dopo una piccola ricerca su pinterest per delle idee di impaginazione ho preso:

  • Righello,
  • Matita,
  • Gomma,
  • Tratto pen nero;
  • Penna nera con la punta fine,
  • Stabilo 88;
  • Mildliner Zebra.

Ho realizzato la tabella (prima a matita e poi con il tratto pen) con l’aiuto del righello per andare dritta, divisa in 12 colonne (una per mese) e 32 righe (31 giorni più l’intestazione). Ho ripassato le linee solo tra le colonne per dividere i mesi e con la penna con la punta fine, ho diviso con una riga la settimana all’interno del mese.
Sempre con la stessa penna, ho riportato a lato tabella i giorni.

Una volta finita, ho stabilito, con l’aiuto degli stabilo 88 e i mildliner i colori che sono andati a creare la mia legenda. Con gli stessi ho iniziato a realizzare dei quadrati per eventi/compleanni e cose importanti da ricordare che già so!

Ho riportato qui, una piccola introduzione a questo mondo con le basi per poter iniziare. Nei prossimi articoli approfondiremo altri aspetti per farvi capire meglio la vera anima del bullet journal. Spero vi sia utile! Intanto se vuoi approfondire l’argomento, leggi il mio articolo sul bullet journal e il lettering.

A presto,

Miriam.