Ultimamente si sente parlare spesso di Hand Lettering. Ma cos’è di preciso il Lettering?

E’ una tecnica di calligrafia, molto in voga tra chi possiede agende di vario tipo, soprattutto bullet journal, principalmente per decorare le varie pagine.

Ci sono font di vario genere, creati anche grazie a particolari penne come ad esempio pen brush o parallel pen.

l’Abc del lettering desing? Pen brush, tanta pazienza e.. se si va giu si preme, se si sale si rilascia!

Si questa frase non dice molto detta così. Niente paura, tra poco vi spiego meglio.

Strumenti

Ovviamente, dobbiamo partire introducendo le varie tipologie di penne che ci permettono di fare hand lettering.

Le più’ diffuse sono le brush pen, simil pennarelli, ma hanno appunto la punta a “pennello”.

Tra le marche piu’ famose troviamo Tombow, Ecoline, Pilot e Lyra.

Personalmente, ho delle brush pen della prima e dell’ultima marca, quindi ve ne parlerò meglio in altri articoli.

Questi tipi di penne, sono i piu’ diffusi anche perchè permettono di scrivere con font molto piu’, passatemi il termine, “calligrafici”. Un esempio di questi font potrebbero essere Playlist o Brush Script. 

A proposito di questi due font, nella sezione “Printable”, trovate dei fogli da scaricare su cui potete esercitarvi! E sono gratis!

All’inizio ovviamente, avevo solo delle pen brush comprate su Aliexpress! Non sono completamente paragonabili a quelle piu’ famose citate sopra, ma il loro lavoro lo fanno molto discretamente, per iniziare sono davvero ottime.

Oltre alla pen brush, esistono le parallael pen. Sono penne con una punta particolare che permettono di creare font piu’ gotici e antichi.

Esercizi

Come ribadito prima, nella sezione printable, potete scaricare gratuitamente dei pdf per fare pratica attraverso esercizi specifici o direttamente con alcuni font.

La regola per autonomasia, per creare scritte in ottimo stile hand lettering, è la seguente:

Nel tratto in cui si va verso il basso, si dovrà fare piu’ pressione sulla penna, nel tratto verso l’alto, si dovrà rilasciare.

L’importante quindi, durante l’utilizzo di questa tecnica di calligrafia è il fatto di variare la pressione. 

All’inizio verrà facile fare lettera per lettera anche quando si scrivono della parole unite, proprio per curare meglio la pressione impressa sulla penna. Pian piano vi verrà automatico, quasi da non accorgersi!

e per finire.. tanta pazienza!

Si sa, per migliorare ci vuole tanta pazienza!

Non ci resta altro che proseguire e fare tanto, tanto esercizio!

Miriam